Intervista Simona Bertini

Abbiamo intervistato oggi una ragazza molto solare e simpatica che ai recenti Campionati Italiani Allievi Indoor di Ancona ha conquistato una bellissima medaglia d’argento alle spalle di Ida Mastrangelo. Lei è Simona Bertini, è allenata da un giovane marciatore Luca Montoleone, secondo classificato agli ultimi Campionati Italiani della 50 Km che si sono svolti a Grottammare. Nel corso del 2017 ha fatto enormi progressi dimostrando tutto il  proprio valore. Nel 2018 ha dimostrato che lasciare il calcio è stata una buona scelta considerando i grandi risultati che conquista giorno dopo giorno. Ai Campionati Italiani Allievi di Rieti ha conquistato nettamente il titolo che gli ha permesso di essere presente ai Campionati Europei di Gyor (Ungheria) dove con un’ottima gara è salita sul podio mettendosi al collo una meritata medaglia di bronzo.

Scheda

Nome Simona
Cognome Bertini
Luogo e data di nascita Bologna, 4 maggio 2001
Società A.S.D Francesco Francia
Allenatore Luca Montoleone
Scuola frequentata Liceo Scientifico a indirizzo sportivo “A.B. Sabin”
Primati Personali: *

Marcia 2000m Pista 11:12.65 (Misano Adriatico 2014)
Marcia 2000m Indoor 11:19.83 (Parma 2016)
Marcia 3000m Indoor 14:07.53 (Ancona 2018)
Marcia 3000m Pista 14:10.33 (Palermo 2018)
Marcia 5000m Pista 24:18.80 (Gyor 2018)
Marcia strada Km 5 M 28:29 (Chiasso 2016)
Marcia 10000m Pista 53:55.48 (Trieste 2017)
Marcia strada Km 10 M 51:33 (Grosseto 2018)

Risultati di rilievo:

  • 1^ Campionati Regionali Allievi 2017
  • 1^ Finale B CdS Allievi Gruppo Adriatico 2017
  • 2^ Finale B CdS Assoluti Gruppo Adriatico 2017
  • 3^ Campionati Italiani Allievi 10 km su strada Grottammare 2017
  • 2^ Campionati Italiani Allievi Indoor 2018
  • 1^ Campionati Italiani Allievi 2018 (Rieti)
  • 3^ Campionati Europei U18 (Gyor – Ungheria)

Intervista

Da quanti anni pratichi la marcia?
Questo è il quinto anno, ma ho iniziato ad allenarmi con continuità da un anno e mezzo, perché prima ero sempre infortunata.

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Mia mamma mi ha spinto a provare  l’atletica insieme a mia sorella, nella speranza che smettessi di giocare a calcio. La marcia mi incuriosiva, l’ho provata e ho abbandonato il pallone :-).

La stagione è iniziata nel migliore dei modi. Vittoria nella 10 Km di Grosseto e argento ai Campionati Italiani Indoor Allieve di Ancona. Raccontaci le due gare.
Sono state due gare fantastiche!  Alla gara di Grosseto ci tenevo molto,  è la mia distanza preferita. Sapevo di potermi migliorare, nonostante un infortunio a fine Dicembre. Ero molto carica! È stata una bella esperienza, non avevo mai condotto una gara importante dal primo all’ultimo metro. Ad Ancona ero molto nervosa: le Indoor non sono il mio forte e non avevo mai fatto un 3000m decente in vita mia! Sono partita forte, come mi ha detto il mio allenatore e il risultato è stato una grande sorpresa e soddisfazione!

Come sono organizzati i tuoi allenamenti durante la settimana?
Mi alleno cinque o sei volte a settimana. Quando riusciamo nel fine settimana ci alleniamo con dei ragazzi di Modena, Reggio e Cesena, per fare qualche chilometro in compagnia.

Come in tutte le discipline sportive a livello agonistico, questo impegno a volte comporta delle rinunce. Quale ti pesa di più?
Sicuramente non avere molto tempo libero per uscire con gli amici o per fare delle gite nel fine settimana, però quando arrivano i risultati tutti i “sacrifici” vengono ripagati.

Lo sport agonistico quanto incide sul tuo rendimento scolastico? È difficile gestire scuola e sport insieme?
Io tengo molto sia alla scuola che all’atletica, quindi l’una non può precludere il rendimento dell’altra e viceversa. Fortunatamente sono abbastanza organizzata e riesco a cavarmela bene in entrambi i campi, ma gestire sport e scuola è abbastanza complicato. Lo sport agonistico è visto come un intralcio al rendimento scolastico e spesso gli studenti-atleti vengono ostacolati o svantaggiati.

Prima di una gara cosa pensi?
Sinceramente non lo so… Cerco di pensare il meno possibile alla mia gara, chiacchierando o guardando le gare degli altri finché non devo iniziare a riscaldarmi, altrimenti mi agito.

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?
Migliorarmi sia sui 10km che sui 5km e riuscire finalmente a fare una stagione senza finire delle gare in maniera imbarazzante..

Quanto è importante condividere la preparazione atletica con un gruppo affiatato?
Sicuramente se ci si allena con un gruppo davvero affiatato si hanno maggiori stimoli. In realtà mi capita poche volte di fare allenamento con molte persone, di solito siamo al massimo in due.

Non sempre si rimane appagati di una gara; esistono giornate “no” da dimenticare e quelle “si” da immortalare. Tu personalmente come reagisci in queste particolari occasioni?
Quando una gara va bene sono un vulcano di adrenalina!! Altrimenti.. meglio starmi lontano!  In entrambi i casi, quando sono calma, cerco di analizzare quello che è successo con il mio allenatore.

Un tuo messaggio a chi ci segue
Non arrendetevi quando le cose non vanno come vorreste, perchè prima o poi la fatica e la pazienza vengono ripagate.

Oltre la marcia

Colore preferito Blu di Persia
Mare o montagna Montagna
Stagione preferita Primavera
Riflessivo o impulsivo Riflessiva
Ottimista o pessimista Ottimista
Abbigliamento elegante o sportivo Sportivo
Non sopporti I ritardatari e quelli che fanno le vittime
Piatto preferito Lasagne alla bolognese
Bibita preferita Acqua
Luogo preferito I vicoli storici di Bologna e il frigo
Film preferito Prova a prendermi e La spada nella roccia
Cantante preferito Ascolto un po’ di tutto.. al momento preferisco i Green Day
Mattiniera o nottambula Mi piace svegliarmi presto, poi dormo di pomeriggio e studio di notte
Non puoi fare a meno di Muovermi
Quando viaggi porti sempre con te del cibo!!

* Dati aggiornati al 7 luglio 2018.

Intervista febbraio 2018

Scheda Fidal Simona Bertini

Add comment

Inserisci un commento