Intervista Luca Montoleone

Domenica 15 ottobre 2017 sul lungomare di Grottammare Luca Montoleone ha scritto una pagina importante nel suo curriculum: il debutto sulla massacrante gara della 50 Km di marcia. La gara più lunga delle Olimpiadi, è capace di riservare sorprese in ogni momento ma Luca, nonostante non si fosse presentato con una preparazione ottimale, l’ha affrontata senza timori. Laureato in Scienze Motorie, si allena insieme ai suoi atleti e tra lo studio, il lavoro e la ragazza cerca di sfruttare il weekend per affrontare qualche allenamento più impegnativo. Dopo l’esperienza di Grottammare desidera lasciare un bel messaggio: “Non fate morire la 50Km”. Serve la volontà di tutti per valorizzare questa “mitica” gara e invogliare la partecipazione degli atleti (si gareggia anche per passione e non solo per i tempi!).

Scheda

Nome Luca
Cognome Montoleone
Luogo e data di nascita Bologna, 16 giugno 1990
Società ASD Francesco Francia
Allenatore Marco Simoni. Sono stato allenato per una decina d’anni anche da Antonio Cennerazzo
Presenze in nazionale Fortunatamente per la marcia italiana, nessuna!
Professione/Scuola frequentata Laurea in Scienze Motorie a Bologna, iscritto alla magistrale in Scienze Motorie sempre a Bologna, Allenatore, Autista NCC (spero temporaneo).
Primati Personali:

  • Marcia 3000m Indoor 12:49.35 (Parma 2012)
  • Marcia 3000m Pista 12:50.31  (Chiuro 2009)
  • Marcia 4000m Pista 18:24.28 (Bologna 2012)
  • Marcia 5000m Pista 21:35.66 (Torino 2011)
  • Marcia 5000m Indoor 22:17.91 (Ancona 2012)
  • Marcia 5 Km strada M 22:54 (Sala Baganza 2011)
  • Marcia 10000m Pista 44:03.9 (Sesto San Giovanni 2011)
  • Marcia strada Km 10 M 44:35  (Grottammare 2010)
  • Marcia 20000m Pista 1h37:12.2 (Firenze 2012)
  • Marcia strada Km 20 M 1h31:41 (Villa Di Serio 2012)
  • Marcia strada Km 35 M 2h58:54 (Grosseto 2017)
  • Marcia strada Km 50 M 4h22:11 (Grottammare 2017)

Risultati di rilievo

  • 2° Campionato Italiano 50Km (2017)
  • 3° Campionato Italiano U23 20Km e 10Km pista
  • 3° CNU due volte
  • 3° Finale oro CDS
  • 3° Campionato Italiano Allievi su strada

…. In pratica di vincere non se parla manco per sbaglio!

Intervista

Da quanti anni pratichi la marcia?
Ho partecipato alla prima gara da ragazzo, credo fosse il 2003.

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Come tanti, la frase “Luca, tra un paio di settimane c’è la finale dei CDS, cosa ne dici di provare a far la marcia?” Ovviamente ero contrario, ma la domanda era retorica.

Raccontaci la tua prima esperienza sulla distanza dei 50 Km a Grottammare.
La 50 Km era un tarlo che avevo in testa da parecchio tempo, ma tra la paura del “mostro” e la voglia di farla aveva sempre vinto la prima. Mi sono finalmente deciso a presentarmi sulla linea di partenza il giovedì sera, (termine ultimo per l’iscrizione) decisione dettata dal fatto che sulla 20Km non ero abbastanza in forma per avvicinare il PB e che nel Gran Prix di marcia ero in una buona posizione (non dirlo sarebbe da ipocriti veri).
Ne approfitto anche per ringraziare di cuore chi ha deciso di togliere i premi per la classifica generale quest’anno. Davvero, grazie.

Quindi forte dell’unica 30Km in allenamento che sono riuscito a fare nei 7 mesi precedenti sono partito senza nessun tipo di aspettativa. L’incoscienza mi ha premiato e ne è venuta fuori un’esperienza entusiasmante, poco importa se il crono è modesto o scarso. La prima cosa che ho pensato il giorno dopo è stata che dovevo assolutamente farne un’altra!

Come sono organizzati i tuoi allenamenti durante la settimana?
Programmo gli allenamenti delle atlete che seguo. In base agli allenamenti che devono fare loro, al luogo e all’ora dell’allenamento, mi alleno anche io cercando di trovare un compromesso che vada bene un po’ a tutti, cosa che non riesce sempre visti gli impegni scolastici e lavorativi miei e loro. In pratica durante la settimana mi alleno come un allievo, poi se c’è la possibilità provo a incastrare qualche “lungo” (nei weekend in cui non sono di turno) sfruttando una volta le camminate domenicali, una volta Marco, una volta la ragazza …

Come in tutte le discipline sportive a livello agonistico, questo impegno a volte comporta delle rinunce. Quale ti pesa di più?
Il dover impazzire per trovare 3 giorni liberi per poter fare anche solo una gita fuori porta.

Lo sport agonistico quanto incide sul tuo rendimento scolastico? È difficile gestire scuola e sport insieme?
Attualmente avere un ottimo rendimento scolastico e praticare sport a livello agonistico (quindi allenandosi almeno 5 volte a settimana), è obiettivamente complicato. Non è impossibile perché in tanti ci riescono, ma è difficile. Lo sport nei fatti non è visto come un valido strumento educativo e arrivati ad una certa età viene visto come un intralcio per altre e più importanti attività/materie. Culturalmente siamo rimasti ad una ormai medioevale dicotomia corpo/mente con una spiccata preferenza per la seconda.

Prima di una gara cosa pensi?
Che vanno tutti più forte di me.

Quanto è importante condividere la preparazione atletica con un gruppo affiatato?
Credo sia fondamentale. Senza è tutto più difficile e nel 99.9% dei casi, dopo un po’ si smette.

Non sempre si rimane appagati di una gara; esistono giornate “no” da dimenticare e quelle “si” da immortalare. Tu personalmente come reagisci in queste particolari occasioni?
Le giornate “no” non esistono. Quando una gara va male una ragione c’è sempre, sta a noi trovarla e fare in modo che non si ripeta. Personalmente quando il morale si abbassa faccio affidamento sugli amici/compagni di allenamento/allenatore….

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?
Arrivare al trofeo invernale più in forma dello scorso anno.

Un tuo messaggio a chi ci segue
Non fate morire la 50Km. E’ una gara stupenda che può dare tanto, va solo valorizzata e adeguatamente “venduta”. Continuare ogni volta a denigrarla per la poca partecipazione o per i risultati modesti non farà avvicinare molti atleti…

Oltre la marcia

Colore preferito Azzurro
Mare o montagna Montagna
Stagione preferita Sicuramente non l’autunno
Riflessivo o impulsivo Impulsivo
Ottimista o pessimista Ottimista
Abbigliamento elegante o sportivo Sportivo
Non sopporti Il 71, il traffico, e perdere tempo ed energie con cose inutili
Piatto preferito Tortellini
Bibita preferita Acqua?
Luogo preferito Il divano!
Film preferito Ritorno al futuro e guerre stellari
Cantante preferito Ascolto di tutto, ma proprio di tutto
Mattiniero o nottambulo Nottambulo
Non puoi fare a meno di Brontolare
Quando viaggi porti sempre con te Le mutande!!

Scheda Fidal Luca Montoleone

*Aggiornati al 18 gennaio 2018

Add comment

Inserisci un commento