Intervista Ilaria Camilla Galli

L’intervista che ci ha rilasciato Ilaria Camilla Galli ci fa capire che lo sport non deve essere obbligatoriamente una professione. La marciatrice è un medico chirurgo ma riesce a portare avanti la sua grande passione sportiva; le sue giornate sono “con orari ad incastro” ma riesce a trovare il tempo per allenarsi; lo sport l’aiuta a scaricare la tensione accumulata durante il lavoro e con questo spirito riesce a raggiungere dei bei risultati. Quest’anno si è già tolta una grande soddisfazione mettendo al collo la medaglia d’argento ai Campionati Italiani indoor di Ancona, alle spalle di Sibilla Di Vincenzo e precedendo Alessia Zapparoli. Il suo prossimo obiettivo è il Campionato di società che si svolgerà a settembre, dove darà il suo contributo alla sua società, l’Atletica Firenze Marathon.

Scheda

Nome Ilaria Camilla
Cognome Galli
Luogo e data di nascita Firenze, 13 luglio 1987
Società Atletica Firenze Marathon S.S.
Allenatore Marco Ugolini
Professione Medico Chirurgo
Primati Personali:

  • Marcia 3000m indoor 13’38″29 (Ancona 2016)
  • Marcia 3000m pista 14’11″97 (Orvieto 2014)
  • Marcia 5000m pista 23’34″3 (Tesserete 2014)
  • Marcia 10000m pista 48’45” (Misterbianco 2014)
  • Marcia 20km strada 1h39’58” (Cassino 2015)

Intervista Ilaria Camilla Galli

Da quanti anni pratichi la marcia?
Da 14 anni.

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Il mio primo allenatore di Orvieto, Carlo Moscatelli.

Quale gara ricordi con particolare soddisfazione?
La 20km di Cassino nel 2015 dove sono riuscita a scendere sotto 1h40′.

Come sono organizzati i tuoi allenamenti durante la settimana?
Mi alleno cinque volte la settimana, concentrando i lavori più impegnativi nel fine settimana quando non lavoro. Le altre volte mi alleno la sera dopo le 19 quando finisco di lavorare.

Come in tutte le discipline sportive a livello agonistico, questo impegno a volte comporta delle rinunce. Quale ti pesa di più?
Non essere andata in Erasmus durante il periodo dell’Università per continuare ad allenarmi in Italia.

Lo sport agonistico quanto incide sul tuo rendimento scolastico? È difficile gestire scuola e sport insieme?
In passato sono riuscita a conciliare molto bene le due cose, anzi lo sport mi ha aiutato ad affrontare al meglio gli studi. Ora con il lavoro lo sport passa in secondo piano e mi aiuta a scaricare la tensione accumulata durante le ore lavorative.

Prima di una gara cosa pensi?
A dare il massimo e a divertirmi.

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?
La finale oro dei campionati di società di settembre.

Quanto è importante condividere la preparazione atletica con un gruppo affiatato?
È importantissimo, ma da quando ho iniziato a lavorare non mi è più possibile e devo trovare le motivazioni dandomi degli obiettivi gara per gara.

Non sempre si rimane appagati di una gara; esistono giornate “no” da dimenticare e quelle “si” da immortalare. Tu personalmente come reagisci in queste particolari occasioni?
Quando capita una giornata no, me ne faccio una ragione e mi concentro per fare del mio meglio nel prossimo appuntamento.

Fatti una domanda …
Riuscirò a scendere sotto i 23′ in un 5000m?

Un tuo messaggio a chi ci segue
Nello sport come nella vita prima di tutto è importante darsi degli obiettivi per crescere come persone … ma alla fine l’importante è stare bene e divertirsi.

Oltre la marcia

Colore preferito Giallo
Mare o montagna Mare
Stagione preferita Estate
Riflessiva o impulsiva Riflessiva
Ottimista o pessimista Ottimista
Abbigliamento elegante o sportivo Sportivo
Non sopporti Le persone arroganti
Piatto preferito Pastasciutta, lasagne, pizza, gelato
Bibita preferita Cocacola
Luogo preferito Campagna
Film preferito Pretty woman
Cantante preferito Ligabue
Mattiniera o nottambula Mattiniera
Non puoi fare a meno di Mangiare
Quando viaggi porti sempre con te I miei anelli e il mio orologio

Intervista rilasciata nell’agosto 2016

Scheda Fidal Ilaria Camilla Galli

Add comment

Inserisci un commento