Intervista Alfonso Alberga

Nell’intervista conosciamo il marciatore Alfonso Alberga che, negli ultimi Campionati Italiani Allievi che si sono svolti a Jesolo a metà giugno, ha conquistato un’importante medaglia d’argento. Scopriremo dalle sue risposte, che come è successo per tanti altri atleti del tacco-punta, si è avvicinato alla marcia per caso. La sua passione però per questa disciplina è sempre più cresciuta fino ad arrivare già ad ottenere dei risultati importanti, come la conquista del

titolo italiano cadetti nel 2014 a Borgo Valsugana.

Scheda

Nome: Alfonso
Cognome: Alberga
Luogo e data di nascita: Terlizzi, 29 settembre 1999
Società: Amatori Atletica Acquaviva
Allenatore: Giovanni Zaccheo
Scuola frequentata: ITE Vitale Commerciale
Primati Personali:

  • Marcia 4000m Pista 18’27″53 (Jesolo 2013)
  • Marcia 5000m Pista 22’31″78 (Bari 2016)
  • Marcia 5000m Indoor 23’26″79 (Ancona 2016)
  • Marcia 10000m Pista 46’13″68 (Jesolo 2016)
  • Marcia 10Km strada 46’27” (Cassino 2016)

Intervista

Da quanti anni pratichi la marcia?
Sono circa 5-6 anni che mi sono dedicato alla marcia.

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Il mio allenatore Giovanni Zaccheo, perché  ho dovuto gareggiare per coprire delle gara di marcia.

Raccontaci la tua gara di Jesolo 2016.
È stata una delle gare più belle. Ero partito lento con l’obiettivo di arrivare perlomeno tra i primi 4-5 dato che non ero in “formissima” (a causa dell’ematocrito basso). Nonostante tutto, ho concluso la gara molto soddisfatto e con un risultato che è andato ben oltre le mie aspettative.

Nell’ottobre 2014 hai conquistato il titolo di Campione Italiano Cadetti a Borgo Valsugana (TN), il tuo primo titolo italiano?
Si esatto; ho conquistato il mio primo titolo italiano e questa resterà per sempre un bellissimo ricordo.

Come in tutte le discipline sportive a livello agonistico, questo impegno a volte comporta delle rinunce. Quale ti pesa di più?
Non mi pesa nessuna rinuncia fin quando, grazie ad esse, riesco a sentirmi soddisfatto dei risultati ottenuti.

Scuola e sport possono “viaggiare” insieme?
Certo che possono “viaggiare” insieme, basta sapersi organizzare.

Prima di una gara cosa pensi?
Cerco di mantenermi rilassato e spensierato.

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?
Indossare la maglia azzurra.

Quanto è importante condividere la preparazione atletica con un gruppo affiatato?
Serve molto per migliorarsi e per rendere più piacevoli alcuni allenamenti.

Non sempre si rimane appagati di una gara; esistono giornate “no” da dimenticare e quelle “si” da immortalare. Tu personalmente come reagisci in queste particolari occasioni?
Penso che non si debbano dimenticare le giornate “no” perché comunque sia andata, è pur sempre un’esperienza che aiuta a crescere.

Un tuo messaggio a chi ci segue
Credere sempre in ciò che si vuole realizzare e “Bisogna non arrendersi mai. Nemmeno il mare è sempre azzurro.” (Khalid Moscato)

Oltre la marcia

Colore preferito Blu
Mare o montagna Montagna
Stagione preferita Primavera
Riflessivo o impulsivo Impulsivo
Ottimista o pessimista Ottimista
Abbigliamento elegante o sportivo Dipende dalle occasioni
Non sopporti Gli ipocriti
Piatto preferito Cavatelli ai frutti di mare
Bibita preferita Birra
Luogo preferito Italia
Film preferito “Will Hunting – Genio ribelle”
Mattiniero o nottambulo Mattiniero
Non puoi fare a meno di Allenarmi

Scheda Fidal Alfonso Alberga

Add comment

Inserisci un commento