Intervista ad Annalisa Russo

Oggi abbiamo intervistato, per tutti i nostri appassionati di marcia, la nuova campionessa italiana 2015 di marcia su strada categoria allieve: Annalisa Russo. Una ragazza molto semplice che fino a pochi minuti prima della gara di Grottammare (18 ottobre 2015) non avrebbe mai creduto di poter conquistare un titolo così importante. Ed è proprio lungo il percorso di gara che ha capito ed ha creduto fino in fondo che poteva riuscirci ….. e così è stato!!! Forse ancora adesso a distanza di 6 giorni dalla conquista del titolo italiano si chiede come abbia fatto, ma lei stessa ci svela il “segreto”: “Credere sempre nei propri sogni nonostante le difficoltà, perché solo attraverso i sacrifici si possono realizzare”.

Scheda

Nome: Annalisa
Cognome: Russo
Luogo e data di nascita: Frattamaggiore (NA) 11 luglio 1998
Società: A.S.D. Polisportiva Astro 2000
Allenatore: Peppe D’Aponte
Scuola frequentata: Istituto Tecnico per il Turistico
Primati Personali:

  • 2000m pista 11’25″49 Roma (2011)
  • 3000m indoor 15’06″50 Ancona (2015)
  • 3000m pista 15’37″09 Jesolo (2012)
  • 5000m pista 24’54″58 Brusaporto (2015)
  • 10 Km strada 51’41” Cassino (2015)

Intervista

Da quanti anni pratichi la marcia?
Da 5 anni

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Il mio allenatore Peppe D’Aponte.

Raccontaci la gara di Grottammare che ti ha visto sul gradino più alto del podio, per il tuo primo titolo italiano.
Domenica ero molto ansiosa prima della gara anche perché sono una ragazza alquanto insicura. Infatti sono sempre molto tesa e penso sempre di non farcela. Poi all’avvio ho iniziato a marciare a ritmo regolare come faccio sempre, mentre gli ultimi 2 km è scattato qualcosa dentro di me che mi ha spinto a dare tutta me stessa per non perdere l’occasione di vincere il titolo italiano. Conquistato il titolo mi sentivo davvero felice …  e lo sono ancora.

Quale sarà il tuo prossimo obiettivo?
Il mio prossimo obiettivo sono le gare per l’anno 2016.

Quante ore a settimana dedichi agli allenamenti?
Tra le 10 e le 12 ore.

Prima di una gara cosa pensi?
Di mettere tutta me stessa per raggiungere l’obiettivo.

Raccontaci la tua giornata tipica di scuola e allenamento.
Vado a scuola, ascolto la lezione, ritorno a casa alle 13:00 o alle 14:00 dipende dai giorni, studio e nel pomeriggio inoltrato vado ad allenarmi.

La tua scuola viene incontro alle tue esigenze sportive?
Diciamo di si.

Come tutte le discipline sportive a livello agonistico, gli allenamenti ti comportano delle rinunce. Quale ti pesa di più?
Nessuna.

Ti alleni da sola o hai la fortuna di allenarti con un gruppo?
Purtroppo da sola, ma quando vado a fare fondo per fortuna c’è un mio “vecchio” allenatore che mi fa compagnia.

Un tuo messaggio a chi ci segue.
Vorrei dire a tutti quelli che mi seguono di credere sempre nei loro sogni nonostante le difficoltà, perché solo attraverso i sacrifici si possono realizzare.

Oltre la marcia

Colore preferito Rosso
Mare o montagna Mare
Stagione preferita Estate
Riflessiva o impulsiva Riflessiva
Ottimista o pessimista Entrambi
Abbigliamento elegante o sportivo Elegante
Non sopporti Le persone false e disoneste
Piatto preferito Quasi tutti i primi piatti
Bibita preferita The alla pesca
Luogo preferito La pista di atletica
Film preferito Forrest Gump
Cantante preferito Non ne ho uno in particolare
Mattiniera o nottambula Mattieniera
Non puoi fare a meno di Marciare
Quando viaggi porti sempre con te Le cuffiette per ascoltare la musica

Add comment

Inserisci un commento