Intervista a Massimo Stano

L’atleta che abbiamo intervistato rappresenta uno dei migliori giovani marciatori presenti oggi in Italia. Si chiama Massimo Stano ed arriva dalla terra dei marciatori … la Puglia!!! Se in questo momento la sua specialità è la marcia, dobbiamo ringraziare un grande personaggio, il suo ex allenatore Giovanni Zaccheo che da ragazzo lo ha introdotto in questa specialità. Come leggerete dall’intervista Massimo è un tipo spiritoso; lui vive per la marcia e sogna un piazzamento di prestigio alle Olimpiadi di Rio 2016.

Scheda

Nome: Massimo
Cognome: Stano
Luogo e data di nascita: Grumo Appula (BA) 27 febbraio 1992
Società: Fiamme Oro – Atletica Aden Exprivia Molfetta
Allenatore: Patrizio Parcesepe
Presenze in nazionale: 3 assolute e parecchie nel settore giovanile
Primati Personali: *

Marcia 2000m Pista 8:03.3 (Bari 2011)
Marcia 3000m Indoor 14:10.12 (Napoli 2007)
Marcia 3000m Pista 16:11.0 (Matera 2007)
Marcia 4000m Pista 17:07.3 (Matera 2007)
Marcia 5000m Indoor 19:22.62 (Padova 2015)
Marcia 5000m Pista 19:52.74 (Sulmona 2013)
Marcia 10000m Pista 40:24.60 (Bovisio Masciago 2017)
Marcia strada Km 10 M 41:08 (Getafe 2013)
Marcia strada Km 10 Pista 41:42 Torino 2015
Marcia strada Km 20 M 1h21:02 Roma 2018

Intervista

Da quanti anni pratichi la marcia?
Da 11 anni.

Chi o cosa ti ha avvicinato a questa disciplina?
Mi ha avvicinato alla marcia il mio ex allenatore Giovanni Zaccheo; sono sincero era la cosa che mi veniva meglio 🙂

Quale gara ricordi con particolare soddisfazione?
Senza dubbio la gara di Tampere (Finlandia) dove ho conquistato la medaglia di bronzo.

Quante ore a settimana dedichi agli allenamenti?
Da 2 anni a questa parte dedico agli allenamenti almeno 4 ore al giorno tra marcia, posture, stretching ed altro.

Come tutte le discipline sportive a livello agonistico, gli allenamenti comportano delle rinunce. Quale ti pesa di più?
A mio parere non esistono rinuncie ma solo scelte, la mia è quella di vivere la mia vita, la mia vita è la marcia.

Scuola e Sport possono “viaggiare” insieme?
Sicuramente si ma bisogna essere molto motivati e portati; io credo che entrambe le cose per come sono fatto non potrei farle al 100% quindi mi concentro sullo sport.

Prima di una gara cosa pensi?
Penso a tutto il lavoro fatto e a quanto sarà bello divertirsi in gara con gli amici/avversari.

Il tuo prossimo obiettivo quale sarà?
Non lo nego punto alle Olimpiadi di Rio, specialmente dopo questo mondiale dove credo di aver dimostrato che sto crescendo anno dopo anno.

Quanto è importante condividere la preparazione atletica con un gruppo affiatato?
Da quanto visto nei raduni sicuramente e’ una delle opzioni migliori per poter vivere in modo sereno l’allenamento e il recupero pre e post allenamento.

Non sempre si rimane appagati di una gara; esistono giornate “NO” da dimenticare e quelle “SI” da immortalare. Tu personalmente come reagisci in queste particolari occasioni?
Per quanto mi riguarda le giornate no esistono e si vede bene; personalmente una giornata non può essere quella vissuta a Zurigo. Credo che dalle giornate no si cresca molto di più che da quelle si, in quanto vuol dire che c’è da migliorare qualcosa, nelle giornate si è più semplice … ti godi il momento!

Un tuo messaggio a chi ci segue.
Lo sport è importante e ti fa vivere emozioni indescrivibili, ti fa conoscere persone speciali (tra cui la mia fantastica fidanzata Fatima) e vivere la vita a 360 gradi!!!

Conosciamoci oltre la marcia

Colore preferito Cremisi
Mare o montagna Mare tutta la vita (sono di Palo del Colle provincia di Bari)
Stagione preferita Primavera
Riflessivo o impulsivo Riflessivo ma impulsivo nei momenti clou
Ottimista o pessimista Ottimista
Abbigliamento elegante o sportivo Sportivo
Non sopporti Le code e le file muhahahah
Piatto preferito Crespelle al formaggio
Bibita preferita Fanta (perché sono fantastico … muhahahah)
Luogo preferito Palo del Colle
Film preferito The Italian Job
Cantante preferito Non ho un cantante preferito
Mattiniero o nottambulo Adoro il letto …
Non puoi fare a meno di Marciare
Quando viaggi porti sempre con te … la valigia !!!!  muhahahah

Foto di Giancarlo Colombo/Fidal.

Intervista rilasciata nel Settembre 2015

* Dati Aggiornati al 11 maggio 2018

Add comment

Inserisci un commento