Chi era Fulvio Villa

Oggi conosciamo meglio chi era Fulvio Villa! Lo possiamo fare grazie alla nostra amica Lara Brugnetti che ci racconta la sua esperienza a fianco di questo grande personaggio dello sport, che si è contraddistinto, in particolar modo, nella marcia. Un personaggio completo, che ha fatto molto per lo sport e per le persone che aveva vicino: professore di educazione fisica, allenatore, fiduciario tecnico regionale, marciatore, ma anche collega, amico, fratello; una persona apprezzata ed amata da tutti. Inizia a marciare nel 1968 sotto la guida di Pippo Lentini nel gruppo sportivo delle Fiamme Gialle. Nel 1974 fonda la “Kronos Quartiere” (ora A.S. Kronos Roma Quattro) e si dedica con grande impegno al Trofeo lazio di marcia (dal 2007 si chiama Trofeo Lazio di marcia “Fulvio Villa”) permettendone la diffusione sia a livello regionale che nazionale. Marcia.it ha dedicato una categoria a questo trofeo di marcia, dove regolarmente vengono inserite classifiche, foto e video.

CHI ERA FULVIO VILLA

Già, chi era Fulvio VILLA????!!!!

La domanda è semplice ma la risposta non lo è affatto!!!!. ….insomma Fulvio era Fulvio!

E’ si, perché descrivere con poche parole la figura di Fulvio non è facile. Per chi lo conosceva, era un’infinità di cose: il professore di educazione fisica, l’allenatore, il fiduciario tecnico regionale, il collega, l’amico, il fratello, il figlio, il compagno ma soprattutto era un marciatore!!!

chi-era-fulvio-villa-1
Da sinistra: Alberto Villa, Lara Brugnetti e Fulvio Villa

Inizia a marciare, sotto la guida di Pippo Lentini, nel 1968 nel gruppo sportivo FF.GG. nella categoria ragazzi. Nel 1972 il primo risultato importante  nella finale di Coppa Italia a Perugia dove si classifica in 2^ posizione. Presta il servizio militare c/o il centro sportivo Aeronautica Militare nella sezione atleti. Nel 1974, insieme ad un amico (Stefano Ferri), fonda il “Kronos Quartiere” e da lì inizia tutto un percorso che lo porta ad essere quello che noi oggi ricordiamo di lui: una persona che ha lasciato il segno in tutti quelli che lo hanno incontrato, non solo nell’ambiente della marcia. Nel 1976, a Torino, si classifica 3° ai campionati italiani Junior. Nel 1978, a Pescara, durante la 50Km (fatta senza allenamento per coprire il campionato di società con il Kronos) nasce l’idea della staffetta (insieme a Pastorini, affiancati per tutta la gara!).

Questa la sua storia da atleta, che poi si è trasformata in tecnico specialista della marcia. Per chi lo ha conosciuto di sicuro ha visto diversi aspetti del suo animo e naturalmente tutte cose buone, perché lui era così, sempre disposto a tendere la mano a qualcuno e a sostenerti senza mai chiedere nulla in cambio. Scherzando al campo, tra noi atlete, gli rimproveravamo che “raccattasse tutti, ma mai qualche bel ragazzo!!!”. Eh, si eravamo proprio un bel gruppo di marciatrici alla Farnesina. Quella riviera mi ricorderà sempre lui con il cronometro e sempre trafelato tra i suoi innumerevoli impegni: la scuola, il comitato, noi da allenare, la sua vita famigliare…e riusciva a fare tutto!!!

chi-era-fulvio-villa-2
I fratelli Villa: Fulvio, Marcello e Alberto.

Ricordo la prima volta che l’ho incontrato! Sono quegli episodi nella vita che non puoi dimenticare perché sono accompagnate da forti emozioni . Ero a Terracina (LT), guarda caso per una gara di marcia, era il mio rientro nell’atletica! La mia prima gara di marcia dopo ben 5 anni di stop, ricca di emozioni contrastanti, paura ed eccitazione, sofferenza e soddisfazione!. Il tempo non lo ricordo, ma all’arrivo notai questo signore che mi faceva i complimenti per la tecnica…. Rimasi stupita dai suoi modi, aveva un’aria buona, rassicurante.  Dopo un po’ di tempo mio padre mi disse che un certo Fulvio VILLA, allenatore del Kronos di Roma, aveva contattato la mia società e il tecnico, in primis, e dopo lui per sapere se fossi interessata a passare alla sua società per l’anno che veniva, visto che stava mettendo su una squadra femminile assoluta di marcia per il CdS (quell’anno abbiamo vinto il titolo italiano!!).

chi-era-fulvio-villa-3
Fulvio Villa durante una gara di marcia.

Vi racconto questo aneddoto solo per farvi comprendere la correttezza di questa persona: sempre al di sopra delle parti, mai scorretto, non ha provato ad adularmi o ha cercato di avvicinare i miei genitori, NO, lui ha seguito il più corretto iter: società/allenatore, genitore  ed infine atleta. Questo era Fulvio VILLA, una persona onesta, corretta e leale, di valori morali mai in discussione. Non ho mai sentito dire nulla di scorretto nei suoi confronti; ovunque andavamo a gareggiare c’era sempre qualcuno che lo salutava con affetto, che lo elogiava per la sua professionalità, per la passione che metteva in quello che faceva.

Ho sempre detto, e continuerò ad affermarlo, che la mia vita ha preso una strada diversa il giorno che l’ho incontrato. Fulvio era una di quelle persone che se la sorte te li mette davanti è perché qualcosa di buono deve accadere.!

Ho avuto il piacere e l’onore non solo di essere una sua atleta ma anche  di aver lavorato in Comitato Regionale Fidal Lazio con lui, al tempo in cui c’era Andrea Milardi Presidente e Fulvio Villa Fiduciario Tecnico Regionale.

Io lavoravo al settore tecnico, ricordo che non c’erano i computer e le classifiche del Trofeo Lazio di Marcia le facevo a mano con la macchina da scrivere!!!….Già il “Trofeo Lazio di Marcia”, potremmo dire una sua “creatura”, anche se effettivamente è solo dal 1986 che se ne è occupato…è grazie a Fulvio VILLA (oggi infatti si chiama “Trofeo Lazio di Marcia – Fulvio VILLA”) che il trofeo è oggi quello che voi tutti potete vedere e toccare con mano, partecipando alle diverse tappe nell’arco dell’anno solare.

E’ grazie alla sua dedizione, al suo impegno,  alla tenacia di non mollare neanche nei momenti più critici (oh se ce ne sono stati!!!), che il “Trofeo Lazio di Marcia” ha acquisito questo prestigio, conosciuto in tutta l’Italia dei marciatori, tanto da venir a gareggiare da noi anche le regioni limitrofi!

Il “Trofeo Lazio di Marcia – Fulvio VILLA” è oggi quello che ha sempre sperato Fulvio, tanta gioventù, promettenti e futuri marciatori, …chissà come sarebbe contento Fulvio a vedere tutto questo, tutto quello che stanno facendo le persone per mantenere vivo questo trofeo! Tutti i più grandi marciatori laziali sono passati dal Trofeo Lazio di Marcia e tutti ne conservano un buon ricordo.

fulvio-villa
Fulvio Villa con il pettorale 510

Voglio concludere questo breve ricordo con una frase che Fulvio mi dedicò. Creò, come nel suo stile, un collage di foto tutta a tema “marcia” nel quale dietro appose una dedica “ ….atleta, collaboratrice, istruttrice, segretaria ma negli anni sempre e soprattutto amica!

Ecco, in realtà per me Fulvio è questo, un amico prima che tutto il resto!

Grazie Fulvio!

Lara Brugnetti

 

Su Facebook c’è una pagina dedicata a lui “In ricordo di Fulvio Villa

Add comment

Inserisci un commento